pechinoexpress_iene

Pechino Express batte Le Iene e si conferma Re della social tv

Le emittenti televisive italiane, seppur ancora legate all’importanza della percentuale di share, hanno compreso la rilevanza delle interazioni su Twitter. Perché una trasmissione che riesce ad instaurare un acceso dibattito online ha una marcia in più rispetto ai programmi tradizionali: giunge ad essere tendenza, risveglia la community online, diventa transmediale.

Tramite MySecondScreen, la nostra applicazione che si occupa di social tv, ci divertiamo a mettere in scena sfide digitali tra due programmi che vanno in onda quotidianamente. Dopo aver decretato la vittoria della prima puntata del Grande Fratello 14 su X-Factor 9, ieri abbiamo confrontato Le Iene in onda su Italia 1 e Pechino Express, il reality rivelazione di Rai 2. Il programma condotto da Costantino Della Gherardesca ha senza dubbio vinto sulla trasmissione di intrattenimento e inchiesta di Mediaset.

Pechino Express Twitter

Nonostante la maggiore durata de Le Iene che hanno concluso la diretta intorno alle 00.50, la trasmissione ha totalizzato 3,2M di interazioni, 3,9K di utenti attivi ed una portata pari a 5,3K. Per portata si intende il numero massimo di persone che un programma durante la diretta può raggiungere su Twitter: un dato che l’algoritmo di MySecondScreen riesce a calcolare.

Le iene

La puntata di Pechino Express, invece, terminata intorno alle 23:40 ha vinto sui numeri de Le Iene, totalizzando nelle circa 2 ore e mezza di trasmissione una maggiore attività social dei telespettatori. Il reality, giunto quest’anno alla quarta edizione, batte Le Iene con 4,1M di interazioni, 19,1K di utenti attivi e 42,3K di portata.

Sicuramente Pechino Express ha dalla sua parte diverse caratteristiche che possono favorirlo rispetto a Le Iene: il reality è giunto ieri alla settima puntata e con l’abbandono della coppia “Fratello e Sorella”, Naike Rivelli e Andrea Fachinetti, ha sorpreso i fan con un’importante colpo di scena. Le Iene, d’altra parte, hanno sempre avuto un alto livello di coinvolgimento della community online, a causa delle inchieste d’impatto. Ad esempio il servizio di Nadia Toffa sui sughi di pomodoro con la dicitura “Prodotti in Italia” ma in realtà provenienti dalla Cina, fece molto scalpore sia su Twitter durante la diretta, sia su diverse testate nei giorni a seguire.

La social tv si conferma come un’abitudine ormai consolidata nelle case degli italiani, un nuovo modo di guardare la tv. Pechino Express è riuscita a conquistare il cuore di molti fan e a fidelizzarli non solo sul media tradizionale della televisione ma anche su Twitter. Un successo di pubblico e di consenso degno dei migliori format attualmente presenti sul palinsesto di MySeconScreen, da X-Factor, al Grande Fratello a Tale e Quale Show.

Lascia un commento