copertina1

10 modi per diffondere un contenuto sul Web

Ho scritto un bel post. Ho realizzato un bel video. E ora? 

In un post precedente abbiamo visto come puntare alla “Viralità“. Ma come fare per diffonderlo almeno sulla propria rete in modo efficace?

bg

Il decalogo

  1. Usa i Social Network. Condividere un contenuto sui diversi account personali o aziendali è il primo passo per cercare di dargli visibilità. Twitter, Facebook, Google Plus (Sì, lo sappiamo, non è usato in modo sistematico dagli utenti ma non dimentichiamo la Serp!), Linkedin, Snapchat, Whatsapp e Telegram (dove si può aprire un canale). E ricorda che puoi riproporre i tuoi vecchi contenuti.
    twitter-contro-instagram-di-facebook
  2. Sfrutta i siti e i blog di settore senza però entrare in modalità annuncio pubblicitario! Non invitare sempre a leggere i tuoi post ma partecipa alla discussione, contribuisci al dibattito e crea una conversazione. A quel punto si potranno proporre i propri post come un plus!
  3. Pubblicizza i contenuti con le Facebook ads o le inserzioni a pagamento di Google. Potrai così andare oltre i “risultati organici” e sfruttare le potenzialità di marketing dei due colossi del Web. Il vantaggio più grande è la possibilità di individuare un target altamente specifico.
  4. Utilizza sistemi che premiamo gli utenti quando condividono un contenuto di qualità come Viravox (se condividi un link che ti interessa ti paga!)prod_viravox_3
  5. Utilizza gli spazi specifici e appropriati. Se hai un contenuto fotografico la cosa migliore è Flickr o Instagram, se cerchiamo un target femminile Pinterest fa al caso nostro. Non sempre un contenuto va bene (così come è) per tutte le piattaforme. Twitter vuole sintesi, Facebook risponde meglio con foto e video, Instagram necessita di foto e tag accattivanti.
  6. Scopri gli orari migliori per condividere: studia gli insight di Facebook e le statistiche diTwitter per sapere quali sono gli orari in cui gli utenti interagiscono di più con i tuoi post.
  7. Usa il tono giusto perchè ogni spazio del web ha il suo linguaggio diverso. Su Snapchat c’è sempre un linguaggio informale, su Twitter regna l’ironia e la sintesi ragionata, Facebook si presta a riflessioni più lunghe, un post sul Blog deve essere più formale  ma mai serio come una comunicazione su Linkedin.
    linkedin-adds-discovery-tools-for-influencers-network-50946b8a0c
  8. Pensa a chi usa i dispositivi mobili. I dati più recenti  ci dicono che gli utenti italiano si connettono sempre di più con smartphone e tablet. E’ quindi opportuno non scrivere testi troppo lunghi.
  9. Rendi il contenuto multimediale con foto, video, link, gif, infografiche. Il testo spaventa l’utente.
  10. Invita tramite CTA. Non c’è niente di male di chiedere alla propria rete sui Social Network di condividere un contenuto, purchè non diventi una richiesta martellante.

Viravox per diffondere contenuti sul Web

Lascia un commento