Referendum

#IoVotoNo VS #BastaUnSì: il meglio del peggio

Domenica 4 dicembre si vota il Referendum costituzionale. Il sì darà il via alle modifiche proposte, il no bloccherà l’iter legislativo e con molte probabilità porrà fine al Governo attuale del Presidente del consiglio Matteo Renzi.

Sui Social Network si leggono tanti interventi dei sostenitori delle due soluzioni. Chi invita a votare NO parla di pericoli autoritari per l’Italia e  di una violenza nei confronti della Costituzione, chi si pronuncia per il SI’ spera nella riduzione dei costi della politica, nella fine del bicameralismo che rallenta le leggi e nell’abolizione di organi inutili.

urna-referendum

Il pericolo di “Bufale”, come abbiamo scritto in un precedente post, è sempre alto quando si parla di comunicazione on line. Vediamo qualche perla in una carrellata di Tweet, partendo dal fronte del NO.

Vediamo il meglio del peggio della comunicazione on line, cominciando da #IoVotoNo

 

Paragoni con medicinali.

 

 

Un criptico Prodi satirico  

Gli ottimisti vedono la tazza mezza piena  

Toni pacati

Passiamo al mondo del #BastaUnSì

 

C’è chi argomenta così

 

Usi alternativi del voto

La battaglia dell’Imu

Fotomontaggi quasi professionali. Quasi.

Quando la confusione regna sovrana

Lascia un commento